Stai pensando ad un modo del tutto innovativo per intrattenere i tuoi ospiti in attesa del tuo arrivo in location?

Stupiscili intrattenendoli con un inusuale e scenografico aperitivo molecolare.

Il momento dell’attesa degli sposi dal loro ritorno dalle foto di rito risulta essere una delle situazioni più noiose e snervanti del matrimonio.

Le lungaggini causate da questa situazione, soprattutto nei periodi caldi, portano gli ospiti in struttura a sopportare momenti di estrema monotonia.

Nonostante già sia previsto un cocktail di benvenuto con aperitivi alcolici, analcolici e finger a braccio, la scelta di un molecular bar potrebbe costituire una vera e propria attrattiva in questo particolare frangente del ricevimento.

Da pochi anni è giunta in Italia la moda del cocktail molecolare, un modo nuovo di consumare i drink per gli amanti dell’originalità e della sperimentazione.

Parliamo di composizioni innovative in cui il cocktail oltre a rendersi più scenografico nella sua preparazione risulta essere anche più gustoso. Ciò grazie a delle modifiche, effetto di reazioni molecolari non dannose per il consumatore, provocati da spume , ghiaccio secco, azoto, amidi e fibre vegetali.

Le proposte vertono su due principali tecniche:

  • La gelificazione

L’attuazione di questa tecnica offre un risultato molto scenografico agli occhi del cliente. Con l’utilizzo del ghiaccio secco a -82°C vengono create le capsule dry ice che una volta immerse nel drink generano una reazione con conseguente emanazione di fumo.

  • La sferificazione

Tale tecnica offre come risultato delle piccole sfere originate miscelando liquore, zucchero liquido, acqua e alginato di sodio. Il composto viene poi versato, attraverso delle siringhe, in un bagno calcico generando delle sfere, che una volta inserite nel drink, esploderanno al contatto con il palato in un vero e proprio concentrato di sapore.

  • La riduzione

Altra tecnica utilizzata è quella delle riduzioni. Si tratta di liquori portati a temperature di ebolizione rendendo come risultato un cocktail da mangiare con il cucchiaio, con inferiore gradazione alcolica ma molto più concentrato e gustoso.

Altre tecniche utilizzate nella preparazione di questi eleganti preparazioni sono la spuma nel cocktail o il drink affumicato.

Commenti

commenti

Condividi