Oggi voglio raccontarti il matrimonio tra Francina e Luca, lui napoletano di nascita e lei catalana, entrambi trasferitisi per lavoro in Germania a Monaco di Baviera.

Sin dal principio la loro ricerca si articolò su location tra la Campania e la Catalogna, nelle zone costiere vicino Barcellona. Prevedevano di ospitare oltre 130 persone provenienti da 20 nazioni diverse tra Europa ed Asia. Il loro obiettivo fu sin dall’inizio quello di realizzare un matrimonio che coniugasse il divertimento alla buona cucina in una location direttamente sul mare.

Luca da un lato propendeva verso Napoli, sua città nativa. Voleva attraverso il suo matrimonio esaltane agli occhi ed al palato dei suoi invitati provenienti da diverse parti del mondo, la grande tradizione culinaria in un contesto che rappresentasse a pieno le peculiari bellezze della città.

Francina, dal suo canto, prediligeva invece i suoi luoghi natii ed allo stesso modo avrebbe gradito una soluzione in terra iberica dove avrebbe potuto rappresentare, per il suo matrimonio, gli usi, i costumi ed i luoghi della sua infanzia.

Avevano entrambi però un obiettivo comune, quello di rendere il proprio matrimonio un party dove regnasse il divertimento e lo spettacolo e in cui si esaltasse al massimo l’aspetto culinario. Considerata anche l’età media dei partecipanti, in gran parte giovani e provenienti da tante nazioni diverse.

Seguirono numerosi appuntamenti in oltre 15 location tra Napoli ed altrettante in Catalogna alla ricerca della soluzione che canalizzase tutte le loro aspettative. La scelta ricadde sul Kora.

Nonostante Francina propendesse per una scelta nella sua terra natia dovette alla fine riconoscere che tra le oltre 30 location visitate il KORA rappresentasse al meglio le loro esigenze ed aspettative sia dal punto di vista della collocazione che per i servizi rappresentati ed i livelli di assistenza, considerata l’organizzazione a distanza a cui andavano incontro.

La pianificazione procedette non senza difficoltà. Soprattutto per l’aspetto della lontananza. Un ricevimento organizzato vedendosi soltanto due volte. Per il resto una consulenza completamente a distanza.
Il loro lavoro, ingegneri ricercatori molto impegnati in una nota azienda tedesca, li teneva costantemente occupati in Baviera e non restava altra soluzione che comunicare attraverso il supporto elettronico dell’email e via telefono.

Menù, allestimenti e forniture per il grande giorno, alloggi per i tanti ospiti provenienti da Monaco, dalla Catalogna e di nazionalità diverse, traduttori in varie lingue che permettessero il massimo comfort per ognuno di loro, trasferimenti da e per la location e la chiesa, organizzazione del tour per il giorno seguente che gli sposi vollero regalare ai propri amici ospiti per mostrar loro le bellezze della città.

La personalizzazione del menù, poi, si sviluppò in una direzione tale da esaltare la tradizione della cucina napoletana offrendo al contempo pietanze della cucina catalana che rappresentassero le origini della sposa ed accontentassero i numerosi ospiti catalani, facendoli sentir così maggiormente a proprio agio.
Pa amb tomàquet e Jambon Iberico si alternarono a classici della cucina napoletana come la pentolaccia di polpo, che rievoca l’antico street food del “Bror è pulp” e l’angolo della tradizione partenopea con i classici piatti napoletani come polpette, gattò, parmigiana  proposti in modalità finger food.

Un vero e proprio meltin’pot di cibo e culture per un matrimonio dall’enorme livello di gradimento per tutte le persone presenti.

Tutto culminò in una giornata fantastica per tutti i presenti e per noi, che dopo un organizzazione così complessa, riuscimmo a raggiungere il risultato desiderato.

Un organizzazione davvero impensabile a distanza ma che grazie al nostro customer care attento e premuroso e reperibile in ogni orario del giorno e spesso anche della notte, si è riusciti a portare a termine con la massima soddisfazione degli sposi e dei 130 invitati presenti.

Un ringraziamento va a Francina e Luca per averci reso partecipi di un esperienza altamente impegnativa e stimolante.

Testimonianza degli sposi

Splendida location
Il nostro matrimonio presentava molte difficoltà organizzative: festa internazionale, più di 80 stranieri, più di 120 invitati, grande varietà culturale e molti invitati con esigenze molto specifiche di menù. 
Abbiamo scelto il Kora tra almeno una trentina di possibili location tra Italia e Spagna: mai scelta fu più azzeccata! Probabilmente il nostro matrimonio, così come l’avevamo sognato, non sarebbe stato possibile in nessun’altro luogo. 
Qui di seguito le cinque ragioni per cui ci sentiamo caldamente di raccomandare il Kora: 
1. La qualità del menù. Al Kora si mangia benissimo e al nostro matrimonio si è mangiato divinamente. Persino il fotografo ha rimarcato di non aver mai mangiato così bene ad un matrimonio – e ne deve aver provati parecchi. Complimenti allo chef! 
2. La flessibilità e la versatilità. Il Kora è una struttura che offre moltissime possibilità di personalizzazione: nel menù, nelle decorazioni e in attività extra. Ogni matrimonio al Kora può diventare unico a suo modo. Il nostro lo è sicuramente stato, fin nei minimi dettagli. 
3. La location sul mare: semplicemente stupenda. Lascia davvero a bocca aperta. 
4. La gestione e il personale. Alessandro Laringe, che gestisce la struttura, ha avuto davvero una pazienza infinita nel cercare di accontentare ogni nostra richiesta e tutto il personale del Kora si sono sempre mostrati gentili e professionali (incluso le animatrici dei bambini). 
5. Gli “effetti speciali”. Si possono inserire alcune “sorprese” in diversi momenti del matrimonio che regalano davvero emozioni uniche. 
Bravi tutti! 
Luca & Francina

 

Se stai pensando di rendere il tuo matrimonio un esperienza indimenticabile per te ed i tuoi ospiti, direttamente sul mare, in cui la buona cucina si coniughi con il divertimento e lo spettacolo clicca sul pulsante in basso

Commenti

commenti

Condividi